ASSOCIAZIONI

CRISTIANE

LAVORATORI

ITALIANI

 

La nascita e la storia

del Circolo ACLI di TORRE PELLICE

nelle sue tappe più importanti

1948 - 2013

1945 – 1949

 Le Acli, diffuse e radicate in tutto il territorio nazionale e in tutte le pieghe del tessuto sociale dell’Italia Repubblicana, nonché nelle comunità dell’immigrazione italiana nel mondo, hanno costituito ininterrottamente, per oltre sei decenni, un polo aggregativo dei ceti popolari cristiani. Sono state un soggetto originale e fecondo di formazione e servizi per i lavoratori, nonchè un crocevia unico, nel corso della storia d'Italia del dopoguerra, tra partiti, sindacati, istituzioni civili e religiosa,movimenti della società civile e della comunità ecclesiale.

 Le Acli sono il frutto di un’idea di Achille Grandi – sindacalista cattolico – e svolgono una duplice funzione: formativa e presindacale o parasindacale; inoltre sorgono con il beneplacito della Chiesa.

 La loro nascita risale, almeno ufficialmente, all’agosto del 1944 durante un convegno che ebbe luogo a Roma, nel convento di Santa Maria sopra Minerva.

 Esse ricevono l’investitura ufficiale nel marzo del 1945: al termine del loro primo Convegno Nazionale Pio XII le definisce “cellule dell’apostolato cristiano moderno”, mentre alcuni anni dopo un aclista pinerolese della prima guardia, Ercole Priolo, individuerà le doti che ogni militante di queste cellule deve possedere: “Intelligenza-energia – organizzazione – democrazia – educazione – religiosità – onestà “.E proprio a nome di Ercole Priolo che, nel 1947, viene emessa la prima tessera Acli dalla sede del circolo di Pinerolo Egli, in qualità di delegato zonale, favorisce e promuove l’apertura del circolo di Torre Pellice.

 L’unità sindacale, che avrà breve durata, sarà spezzata dalle profonde contrapposizioni politiche ed ideologiche nel 1948.

 E’ in questo anno, esattamente il 5 dicembre, che si costituisce il nostro circolo, con primo presidente il signor Gambino Giovanni, segretario del comune di Torre Pellice.

 Le Acli rimangono il movimento sociale dei lavoratori cristiani, che aderiscono per organizzarsi e procurare l’assistenza ai medesimi per tutte le loro esigenze sociali.

 

 

ACLI

SEDE DI

TORRE PELLICE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                   

                          Recensione del Presidente    GIOVENALE PIERO

 

 

 

 

Penso che un circolo ACLI, perché sia tale, debba poter interessare i soci su tutti i problemi che i cittadini quotidianamente incontrano nella nostra società.

All’interno del circolo di Torre Pellice abbiamo cercato di coniugare i bisogni con la pratica della solidarietà. Negli anni hanno così preso vita, insieme al servizio di assistenza previdenziale, molte iniziative specifiche di carattere culturale, sociale, sportivo che vanno dalle escursioni alpinistiche al coro, ecc.

Con tanta fantasia e impegno abbiamo quindi cercato di creare un’esperienza di aggregazione e di presenza attiva delle ACLI sul territorio.

Nella nostra realtà, inoltre, viviamo una dimensione ecumenica quotidiana. Infatti più o meno la metà dei nostri

 aderenti è valdese. Per noi è una risorsa in più che ci educa ogni giorno al confronto e ci arricchisce reciprocamente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le immagini sono prese dal web e saranno subito rimosse se chi ne

detiene il copyright lo chiederà